Analisi di usabilità per ecommerce: 8 consigli utili

Analisi di usabilità per ecommerce: dove iniziare?

Che tasso di conversione hanno le mie pagine prodotto? Quanti prodotti vedono i miei utenti? L’ecommerce funziona bene o ci sono problemi al carrello?

Queste sono alcune domande che mi vengono poste dai clienti, la risposta viene data tenendo in mente queste due ipotesi:

  • la pagina prodotto dell’ecommerce vista come ultima pagina prima del pagamento
  • la pagina prodotto vista come pagina intermedia per l’aggiunta di un prodotto al carrello.

Con questo articolo segnalo dei pratici consigli da applicare all’ecommerce e alle pagine prodotto per migliorare l’usabilità e l’user experience degli utenti all’interno dello stesso.

All’interno delle schede prodotto gli utenti dovrebbero trovare tutte le informazioni indispensabili per procedere con l’acquisto del bene, la pagina prodotto di un ecommerce dovrebbe quindi essere una sorta di landing page finale.

La stessa pagina è forse la sfida più grande per un UX specialist in quanto deve consegnare molte informazioni in poco spazio.

Vi sono molteplici pagine prodotto disordinate e confusionarie proprio per questo motivo è necessario ed importante presentare le informazioni con uno stile che renda la pagina prodotto utile ed efficace.

Vi segnalerò 8 pratici consigli per rendere la scheda prodotto del vostro ecommerce una macchina da guerra.

1. Sondaggi e Questionari: Ascoltate i vostri utenti e probabili futuri clienti

customer satisfaction questionnaire showing marketing or business concept

Chi può criticare al meglio l’usabilità del vostro ecommerce se non gli utenti stessi?

I test utente con il pubblico possono evidenziare in poco tempo le ragioni per cui le conversioni sono basse e talvolta possono regalare anche soluzioni inattese e strepitose.

Spesso siti e-commerce che hanno un bel design, con ottime leve di marketing e offerte davvero molto interessanti, hanno comunque tassi di conversione bassi.

Nel campo degli ecommerce ogni settore ha le sue specificità, quindi ad ogni scheda prodotto per ogni tipologia di merchandising suggerisco sempre delle differente soluzioni.

Un negozio di arredamento online avrà delle caratteristiche ben diverse rispetto ad una libreria online.

Uno dei metodi più precisi ed indicativi che abbiamo per incrementare il tasso di conversione degli ecommerce è sicuramente l’analisi di usabilità degli stessi.

 

2. Immagini: l’importanza della qualità della foto

Cheerful  smiling  child (boy) holding a instant camera

I social come Google Plus, Twitter e Facebook l’hanno capito da tempo ed infatti hanno incrementato le misure per le anteprime dei contenuti multimediali come foto e video.

Nel vostro ecommerce se già non lo fate dovreste inserire ed impreziosirlo con foto ad alta risoluzione e viste a 360 gradi.

In questo modo l’ansia degli utenti di acquistare il prodotto sbagliato viene quasi annulata.

Se avete un ecommerce vi consiglio quindi caldamente di investire in un buon fotografo.

 

3. Velocità di caricamento

website-speed

Le immagini di alta qualità sono utili per apportare trust al vostro ecommerce ma uno dei fattori più fondamnetali è sicuramente il tempo di caricamento delle vostre schede prodotto.

L’usabilità è data anche dal risparmio di tempo dell’utente e rendere il processo di acquisto più veloce e semplice possibile.

Cercate quindi di affidarvi ad un tecnico esperto per velocizzare il più possibile il vostro sito, con compressioni gzip, sistemi di cache, ottimizzazioni delle immagini, ecc…Assicuratevi di ridurre al minimo il tempo di attesa per l’utente, perché anche un decimo di secondo può tradursi in una 5% di diminuzione nelle conversioni.

 

4. Descrizioni dettagliate, uniche ed originali

testi-unici

Dovete assicurarvi che le pagine prodotto presentino tante informazioni utili come se l’utente avesse di fronte il vostro venditore migliore.

Le informazioni più importanti come nome prodotto, breve descrizione, prezzi, spedizione e consegna dovrebbero essere sempre visibili per fornire in maniera semplice e veloce le informazioni utili per l’utente.

Più chiara è la scheda prodotto e maggior felicità porterete all’utente.

 

5. Menu funzionali per offrire vie di navigazione alternative

menu

Se nel vostro ecommerce è presente un vasto assortimento di prodotti è necessario pensare a delle soluzioni interessanti per mostrare i prodotti all’utente in una differente maniera.

Le soluzioni più usate sono le seguenti:

  1. Prodotti consigliati
  2. Gli utenti che hanno visto questo prodotto hanno anche visto …
  3. Le persone che hanno acquistato questo prodotto hanno acquistato anche ..
  4. Ricerca per marchio
  5. Ricerca per attributi (es. mobili di colore rosso, mobili in legno, libri gialli, tshirt gialle, ecc..)

Queste vie di navigazione alternative rendono più facile per l’utente la ricerca e l’acquisto di un prodotto.

 

6. Call to action chiare e specifiche

calltoaction

Inutile spiegarvi che le call-to-action sono fondamentali per qualsiasi sito web, figuriamoci quindi l’importanza delle stesse all’interno degli ecommerce.

Come devono essere fatte le call to action?

Le call to action devono essere:

  • Brevi e con l’orientamento all’azione es. Aggiungo al Carrello, Compra ora, ecc..
  • Visivamente facili da individuare
  • Comprensibili (usate la stessa lingua dei vostri clienti)

Suggerisco sempre di effettuare degli A/B test con colori e font diversi per decidere poi quali call to action performano nel modo migliore.

 

7. Certificazioni, premi e numero di telefono ben in vista

metodipagamento

Una delle maggiori sfide per gli ecommerce è quella di rappresentare fiducia verso l’utente, rendendolo così sicuro di effettuare l’acquisto.

L’unico modo per aumentare la sicurezza verso l’utente è quello di dimostrargli la propria competenza inserendo all’interno dell’ecommerce:

  1. certificazioni
  2. premi
  3. recensioni da parte degli utenti
  4. metodi di pagamento
  5. numero di telefono e indirizzo fisico della sede (se presente) ben in vista
  6. fan box sociali (fan di facebook, twitter e google plus)

In questo modo il trust del sito sarà sicuramente maggiore.

 

8. Disponibilità dei prodotti

disponibilita-prodotti

Una delle esperienze più fastidiose per l’utente è quella di scoprire che l’articolo scelto è esaurito solo dopo aver fatto clic su di esso nella pagina della categoria.

Il miglior metodo per la gestione del magazzino e della disponibilità dei prodotti è quello di informare in tempo realte l’utente della disponibilità del prodotto.

 

Se sei interessato ad un’analisi di usabilità per il tuo ecommerce contattami CLICCANDO QUI.